Attenzione: stai usando un browser vecchio, potresti vedere questo sito in maniera non corretta. Aggiornalo o scarica Firefox
Ordina per: Scegli l'epoca:
Autore - Ordine Alfabetico - - - -

la caccia di Diana

Raffaello MORGHEN

(Firenze 1758 - 1833)

“Deliae Tutela Deae Fugaces..”
(la caccia di Diana)
Incisione originale all’acquaforte e bulino firmata in lastra in basso a destra “Raph.el Morghen sculp. Romae ” e riconducibile temporalmente al 1784, da un soggetto del Domenichino, stampata e pubblicata a Roma dallo stesso Morghen in collaborazione con Giovanni Volpato.
Bell'esemplare in tiratura coeva, stampato con una accuratissima inchiostratura su carta vergata tipica settecentesca, completo dell'impronta della lastra e con piccoli margini, brunito e con alcune gore di umidità ai bordi e sul retro, lievemente ondulato su tutta la superficie ma nel complesso, considerate le caratteristiche di dimensioni e rarità, in ottimo stato di conservazione.
Qui Morghen interpreta in maniera magistrale il capolavoro del Domenichino per la Galleria Borghese dipinto fra il 1616 ed il 1617.

Bibliografia:

Crespi Alberto a cura di “Giuseppe Longhi e Raffaello Morghen, l'incisione neoclassica di traduzione 1780-1840” Monza 2010 pag.18 e 53.
LeBlanc “Manuel de l’Amateur d’Estampes” Parigi 1856 vol.3 pag.51 nº50.
Nagler “Neues Allgemeines Kunstler Lexicon” Lipsia 1924 vol.X pag.556 nº142.
Palmerini “Catalogo delle Opere d'Intaglio di Raffaello Morghen” Firenze 1810
nº106.

Misure in mm: 505 x 750ca

venduta/sold