Attenzione: stai usando un browser vecchio, potresti vedere questo sito in maniera non corretta. Aggiornalo o scarica Firefox
Ordina per: Scegli l'epoca:
Autore - Ordine Alfabetico - - - -

Danae

Gaspard DUCHANGE (Parigi 1662 - 1757)

“Danae”
Rara incisione originale all’acquaforte con ritocchi a bulino firmata in lastra in basso a destra “G. Duchange Sculpsit.” databile secondo alcuni critici al 1704, da un soggetto di Antonio Allegri detto il Correggio (Correggio 1489ca – Marzo 1534) disegnato dal vero da Pietro de Pietri (1663 – 1716) a Roma presso il Principe Livio Odescalchi Duca di Bracciano.
Bellissimo esemplare stampato su carta vergellata coeva recante una filigrana letterale, rifilato all'interno dell'impronta della lastra senza perdite ed applicato ai quattro angoli ad un grande foglio di spessa carta vergata settecentesca su cui sono presenti alcune sigle manoscritte in rosso, leggermente brunito e con una quasi invisibile piega centrale verticale ma nel complesso in ottimo stato generale di conservazione.
A proposito di Gaspard Duchange, Beraldi scrive “son burin caressant et sa recherche de la beauté lui donnèrent toutes qualités necéssaires pour interpréter les grands maitres, et ses travaux d'après l'un d'eux onte établi sa réputation et l'ont meme fait surnommer le Corrège de la gravure.” e proseguendo afferma “Il est en effet celui de tous les graveurs qui a le mieux rendu les tableaux du Corrège..”.
Il dipinto originale del Correggio, olio su tela di 161 x 193cm, si pensa commissionato al Correggio insieme agli altri tre “Amori di Giove” da Federico Gonzaga ed eseguito fra il 1530 ed il 1532, dopo vari passaggi più o meno chiari l'opera arriva a Parigi nella collezione del Duca d'Orleans nel 1727, sempre a Parigi viene acquistata da Camillo Borghese e rientra così a Roma dove oggi si può ammirare nella Galleria Borghese.

Bibliografia:
LeBlanc “Manuel de l’Amateur d’Estampes” Parigi 1856 vol.2 pag.149 nº15.
Meyer “Correggio” Lipsia 1871 pag.490 nº435.
Portalis – Beraldi “Les Graveurs du XVIII siecle” Parigi 1880 vol.2 pag.27-36 nº1.
Mussini “Correggio tradotto” Milano 1995 pag.214 nº440.
Roux “Inventaire du Fonds Francais. Graveurs du XVIIIme siècle” Parigi 1951
tomo VII pag.387 nº33.
Spagnolo in “Correggio e l'Antico” a cura di Anna Coliva Roma 2008 pag.134.

Misure im mm: 464 x 520 il foglio, 540 x 765 il supporto

Prezzo: a richiesta