Attenzione: stai usando un browser vecchio, potresti vedere questo sito in maniera non corretta. Aggiornalo o scarica Firefox
Ordina per: Scegli l'epoca:
Autore - Ordine Alfabetico - - - -

la Deposizione

Francesco ROSASPINA

(Montescudo,Rimini 1762 – Bologna 1842)

“la Deposizione”
Incisione originale a bulino da un soggetto di Antonio Allegri detto il Correggio (Correggio 1489ca – Marzo 1534) datata in lastra in basso al centro in numeri romani MDCCCII (1802).
Bell'esemplare stampato su carta vergellata, rifilato giusto all'impronta della lastra che è in parte visibile ed applicato ai quattro angoli ed ai bordi ad un foglio di supporto di spessa carta vergata settecentesca recante delle segnature in matita rossa, con alcune leggere tracce di sporco e macchie d'incollaggio in particolare agli angoli ed al centro dei bordi ma nel complesso in ottimo stato generale di conservazione.
Il dipinto originale del Correggio, olio su tela di 157 x 182cm, fu eseguito per la Cappella Del Bono nella Chiesa di San Giovanni Battista a Parma e faceva pendant con un'altra pala di dimensioni simili dedicata al “Martirio dei Santi Placido, Flavia, Eutichio e Vittorino”, il Vasari vide le due tele e ne parlò con toni entusiastici già nel 1550 nella prima edizione delle Vite, nel 1796 furono trafugate dalle armate napoleoniche e portate a Parigi da dove fecero ritorno nel 1816, ad oggi fanno parte delle collezioni della Galleria Nazionale di Parma.

Bibliografia:
Andrea Muzzi in Fornari Schianchi “Correggio” Milano 2008 pag.276 e 314.
Apell “Handbuch fur Kupferstichsammler” Lipsia 1880 pag.366 nº7.
Heller–Andresen “Handbuch fur Kupferstichsammler” Lipsia 1873 vol.II pag.396 nº3.
LeBlanc “Manuel de l’Amateur d’Estampes” Parigi 1889 vol.3 pag.360 nº11.
Meyer “Correggio” Lipsia 1871 pag.480 nº256.
Mussini “Correggio tradotto” Milano 1996 pag.141 nº181.
Spagnolo in “Correggio e l'Antico” a cura di Anna Coliva Roma 2008 pag.108.

Misure in mm: 505ca x 512ca il foglio (540 x 765 il supporto)

Prezzo: a richiesta