Attenzione: stai usando un browser vecchio, potresti vedere questo sito in maniera non corretta. Aggiornalo o scarica Firefox
Ordina per: Scegli l'epoca:
Autore - Ordine Alfabetico - - - -

noli me tangere

da Federico BAROCCI

(Urbino 1528ca – 1612)

“Noli me tangere”

(Maria Maddalena incontra il Cristo risorto)
Incisione originale a bulino, copia in controparte dell'opera di Luca Ciamberlano (Urbino 1586 – Roma 1641) datata 1609 e pubblicata a Roma da Francesco Villamena (Assisi 1566ca – Roma 1624), repertoriata dal Bartsch al numero 3, stampata e pubblicata dall'editore parigino Pierre Mariette al suo indirizzo di Rue St.Jacques intorno al 1640.
Bellissimo esemplare stampato su di una porzione di sottile carta vergellata recante filigrana “Grappolo d'uva su cartiglio con cuore e lettere IP”, simile a Heawood 2269 , riconducibile a produzione cartaria francese, in particolare di Parigi, del XVIIº secolo, con grandi margini oltre l'impronta della lastra, leggermente brunito in particolare sui bordi e con minuscoli, ininfluenti, punti di foxing ma nel complesso in ottimo stato generale di conservazione.
Federico Barocci affrontò pittoricamente più volte questo episodio del Vangelo di Giovanni, nel nostro caso è stata riprodotta la tela che fa parte della collezione del Visconte Allendale collocata a Bywell Hall nel Northumberland in Inghilterra; questa differisce dalla più famosa opera dell'Alte Pinakothek di Monaco di Baviera per la posizione e la gestualità dei due personaggi.

Bibliografia:
Bartsch “Le Peintre-Graveur” Vienna 1820 vol.XX pag.30 nº3 (Ciamberlano).
Emiliani “Federico Barocci” 1985 vol.II pag.243 (Barocci).
Heawood “Monumenta chartae papyraceae” Hilversum 1986 nº2269.

Misure in mm: 423 x 305

Prezzo: € 850,00